Eh già…

Eh già…

(Fonte: moveslikecurt)


110.611 note | Reblog
6 ore fa

"A volte, senza pensarci, si fanno dei gesti di piccola cattiveria, compiuti con superficialità e indifferenza perché si è distratti o si ha altro per la testa. Ma quei gesti, che sembrano per noi senza importanza, per un’altra persona, in un momento particolare, possono diventare gravi, terribili, distruttivi."

-Dylan Dog

(Fonte: rebloglr)


55 note | Reblog
8 ore fa

"«Winston, come fa un uomo a esercitare il potere su un altro uomo?».
Winston riflettè. «Facendolo soffrire» rispose."

-George Orwell, 1984
16 note | Reblog
10 ore fa
anonymementvotre:

Suggestion de présentation

anonymementvotre:

Suggestion de présentation

(Fonte: adreciclarte)


298 note | Reblog
11 ore fa

"Quando in un libro, di poesia o di prosa, una frase, una parola, ti riporta ad altre immagini, ad altri ricordi, provocando circuiti fantastici, allora, solo allora, risplende il valore di un testo. Al pari di un quadro, scultura o monumento, quel testo ti arricchisce non solo nell’immediato ma ti muta nell’essenza."

-Giulio Einaudi
11 note | Reblog
12 ore fa

(Fonte: julie-lansom)


5.892 note | Reblog
14 ore fa

"La fantasia permette di pensare qualcosa che prima non c’era, senza nessun limite, costruisce le relazioni tra le cose già conosciute creandone di nuove."

-Bruno Munari, Fantasia
39 note | Reblog
15 ore fa

"E sembrò che ella fosse come il mare, non altro che cupe onde che si elevavano e gonfiavano in un grande ondeggiamento, finchè lentamente tutta la tenebra che era in lei si mise in moto e divenne un oceano che rotolava la sua massa oscura e silenziosa. E in fondo, dentro di lei, gli abissi si dividevano e rotolavano separatamente, in lunghe onde che fuggivano lontano, e sempre, in ciò che era in lei di più vivo, le profondità si dividevano e rotolavano separatamente dal centro di quel molle sprofondare a mano a mano che il mistero avanzava toccandola più nell’intimo, più in basso, ed ella era sempre più, sempre più profondamente dischiusa, e, più pesanti, le onde andavano rotolando verso qualche spiaggia remota, lasciandola scoperta; e più intimamente la penetrava l’ignoto sensibile, e più lontano rotolavano le onde, lontano da lei, abbandonandola, finchè, d’un tratto, in un dolce fremito convulso, il vivo di tutto il suo plasma fu toccato. Ella si seppe toccata; tutto fu consumato ed ella dissolta. Dissolta; non esisteva più, ed era nata: Donna."

-David Herbert Lawrence, L’amante di Lady Chatterley
12 note | Reblog
17 ore fa

206 note | Reblog
21 ore fa

"Le donne sono tutte diverse. Fondamentalmente sono una combinazione di quanto c’è di peggio e di quanto c’è di meglio al mondo… magiche e terribili."

-Charles Bukowski, Donne
12 note | Reblog
1 giorno fa
1 2 3 4 5 »

theme by heartgrenade | powered by tumblr